LET'S TALK!

La chiave del successo sui social media nel 2024 sarà l’autenticità. 

L’autenticità come trend principale del 2024.


Questa è una delle previsioni del “Social Media Trends Report 2024” di Semrush, app che spesso utilizzata per la ricerca di parole chiave e dati di ranking online, comprese le metriche come il volume di ricerca e il costo per clic. Prevede inoltre, che i contenuti autentici generati dagli utenti (UGC) permetteranno alle aziende di prosperare collegandosi in modo significativo con il pubblico.


Autenticità e “realismo” sono fondamentali

Per i marchi, autenticità significa comunicare un tocco umano condividendo storie reali e impegnandosi in conversazioni significative.

Questo aspetto è particolarmente rilevante per il marketing rivolto alla generazione Z, che è stanca della perfezione ingegnerizzata e dell’impeccabilità. Vogliono invece un’esperienza online più onesta e significativa.

Ma non sono solo i Gen Z ad apprezzare i contenuti autentici. Secondo le previsioni di Semrush, nel 2024 i consumatori si impegneranno maggiormente con gli UGC rispetto ai contenuti di alta produzione. 


Il fascino degli UGC risiede nell’autenticità. 

I consumatori si fidano di persone reali che assomigliano e agiscono come loro.

Ciò significa che i marchi dovrebbero puntare a costruire partnership durature con i creatori di contenuti che eccellono nello storytelling e appaiono naturali e autentici. 

I creatori autentici sono fondamentali

Sono finiti i tempi in cui i marchi collaboravano con grandi influencer solo per il loro numero di follower. 


Ora è la qualità dei contenuti che conta.

I brand dovrebbero collaborare con creatori che producono contenuti autentici e di alta qualità. 

 

Lo storytelling è l’attributo più prezioso di un creatore.

Di conseguenza, molte aziende assumono i creatori in base ai loro risultati precedenti piuttosto che alla loro popolarità. Invece di limitarsi a promuovere i contenuti, i creatori di contenuti assumeranno il ruolo di ambasciatori del marchio nel rapporto a lungo termine. 


Anche in questo caso, ciò è legato al valore dell’autenticità. 

 

Il pubblico percepirà queste collaborazioni come più oneste e reali rispetto ai post promozionali occasionali, consentendo ai marchi di stabilire una presenza genuina e duratura sui social media che favorisce un senso di appartenenza tra i follower.

I brand collaborano anche con creatori di contenuti che appartengono a un ampio spettro di personalità, piuttosto che a un unico tono. Questo favorisce la formazione di connessioni autentiche con pubblici diversi. Ciò significa anche che i brand dovrebbero lasciare ai creatori la libertà di creare contenuti per evitare che sembrino in-autentici.


Promuovere il successo sui social media

Il successo sui social media non si misura più solo in base al numero di follower. I marchi si stanno rendendo conto che il coinvolgimento è molto più importante.

Ma il problema è che il coinvolgimento non si può comprare. Il tasso di coinvolgimento non dipende solo dall’autentica risonanza del contenuto con il pubblico, ma anche dalla sua rilevanza per il momento attuale.

L’engagement è anche difficile da misurare. 

 

Altre metriche saranno ancora fondamentali per misurare il successo dei social media. 

Reach e impressions rimangono due KPI essenziali da analizzare come indicatori del successo dei contenuti sui social media, in particolare per i social a pagamento. 

Entrambi sono fortemente correlati alla consapevolezza del marchio.

Le condivisioni sono un altro KPI cruciale da monitorare per i professionisti dei social media, soprattutto perché gli algoritmi sono destinati a diventare più intelligenti nel 2024, favorendo i contenuti che fanno parlare, condividere e commentare.

Ciò si ricollega all’autenticità: i contenuti autentici e relazionabili spingono le persone a farsi coinvolgere e a condividere le proprie opinioni ed esperienze, creando un senso di comunità intorno ai marchi.

E, come evidenzia il report sulle tendenze dei social media di Semrush, oggi tutte le piattaforme sono dominate da un unico formato: i contenuti video verticali di breve durata. 


Padroneggiare i video in modo autentico e promuovere l’UGC sarà la chiave per raggiungere il successo sui social media nel 2024.


Grazie per la tua attenzione.


Il Team R&D di HMG

ENTRA IN CONTATTO CON NOI!

    Share the Post:

    ALTRI ARTICOLI